Repellente naturale per zanzare: i metodi migliori, non tossici, in casa e fuori

repellente naturale per zanzareSe non vuoi più utilizzare i tossici repellenti chimici per eliminare le zanzare, è possibile optare per dei rimedi di certo più naturali che non nuocciono né all’ambiente né alla nostra salute. Come saprai, la diffusione delle sostanze chimiche, soprattutto in grandi quantità, può comportare anche serie problematiche e i soggetti maggiormente a rischio sono bambini e anziani. Ecco che allora, a maggior ragione,  la lotta alle zanzare deve essere vinta solo con metodi non tossici e in questo articolo parleremo proprio del repellente naturale per zanzare. Segnalando i metodi migliori.

Prima di passare ai consigli d’acquisto sempre in relazione al repellente naturale per zanzare, vogliamo mostrarti le seguenti offerte.
 
Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2019 22:33

Migliori repellenti naturali per zanzare

Ne abbiamo già parlato, in parte, nell’articolo relativo ai dissuasori per zanzare e riassumendo possiamo stabilire come il miglior deterrente per tali insetti è di certo quello naturale che si basa sugli aromi. Meglio senza ombra di dubbio degli antizanzare ad ultrasuoni di cui ad oggi, scientificamente, non è riconosciuta alcuna vera efficacia.
“Sì, ma quale repellente naturale per zanzare scegliere?”
Ecco i nostri consigli d’acquisto in base a determinate necessità.

Repellente naturale antizanzare per ambienti domestici e non: la citronella

La citronella può essere venduta sia in versione liquida (in delle apposite bottigliette, così da versarne alcune gocce nei diffusori di oli essenziali) oppure può essere venduta sotto forma di candela. Quest’ultima va semplicemente accesa e svolge  la stessa azione del diffusore, quindi emana un profumo che allontana le zanzare e anche altri insetti.
Sia optando per l’olio essenziale di citronella che per la candela di citronella dal punto di vista prettamente economico si tratta comunque di prodotti a basso costo [come puoi vedere qui].
Ricorda però che per utilizzare l’olio essenziale è necessario acquistare anche un apposito profumatore d’ambiente.

Braccialetto antizanzare: il rimedio migliore quando non si è in casa

Se la citronella è di certo tra i rimedi migliori quando bisogna proteggersi dalle zanzare che ci attaccano in casa o magari in giardino, la stessa efficacia non la si può avere quando passeggiamo all’infuori della nostra proprietà privata. Andare magari ai giardinetti con i nostri figli può rivelarsi un’occasione unica per le zanzare per far di noi una saporita cena. E allora in tal caso la soluzione migliore e del tutto naturale è quella di portare con sé ed indossare un apposito braccialetto antizanzare.

Questi braccialetti (ci raccomandiamo di scegliere quelli realizzati senza composti chimici) sono realizzati con le essenze (tra cui naturalmente la citronella, ma non solo) e basta indossarli per essere protetti dalle punture. Tuttavia, ricorda che la protezione non è perenne (valuta la durata dell’effetto protettivo del braccialetto scelto).

Tra i braccialetti contro le zanzare che più abbiamo apprezzato citiamo questi modelli, visto che ad un prezzo davvero conveniente se ne possono avere ben 12 e, inoltre, sono molto soffici (grazie alla morbida microfibra con cui sono realizzati).

Repellente antizanzare in gravidanza: fa male?

Con i repellenti naturali contro le zanzare non hai nulla da temere, in quanto non sono nocivi in nessun caso. Ecco il motivo per il quale suggeriamo di propendere sempre per un prodotto al 100% naturale. Non ci sono rischi. Purtroppo però non possiamo dire lo stesso nel caso opposto.

Devi fare più attenzione se utilizzi i repellenti a base di deet (principio attivo non naturale ma chimico). Un classico esempio di deterrente Deet è la pomata antizanzare che magari ci spalmiamo addosso quando siamo fuori. Non ci sono stati ancora casi in cui una donna in gravidanza abbia avuto dei problemi utilizzando tale repellente, ma è anche vero che bisogna fare comunque attenzione al sovradosaggio.

Non bisogna nemmeno usarli con altre creme (magari si va in viaggio e si pensa di usare il deterrente insieme all’abbronzante, beh sappi che non puoi farlo). Visto che le creme Deet vantano delle sostanze chimiche, è obbligatorio non spalmarle sopra a dei tagli o alle zone della nostra pelle più irritate (per evitare un maggior assorbimento del principio attivo).
Necessario anche lavarsi le mani dopo aver toccato la crema antizanzare a base di Deet (o altro composto chimico).