Dissuasori ad ultrasuoni: guida alla scelta tra le tre tipologie

dissuasori ad ultrasuoniAbbiamo già detto la nostra per quanto riguarda l’efficacia dei dissuasori ad ultrasuoni. Stavolta invece vogliamo parlare delle tipologie in commercio, la cui differenza non riguarda naturalmente il funzionamento (tutti emettono gli ultrasuoni per allontanare gli animali) ma il tipo di alimentazione. Infatti, distinguiamo i dissuasori ad ultrasuoni elettrici, i dissuasori ad ultrasuoni a batteria e i dissuasori ad ultrasuoni ad energia solare.
La scelta tra queste tre tipologie non si basa solo su una nostra precisa volontà. Ad esempio si possono anche preferire quelli elettrici a quelli a batteria perché il funzionamento è sempre garantito, ma anche se questa è la nostra preferenza potremmo essere costretti a comprare quelli a batteria. Ciò dipende anche dall’animale che dobbiamo cacciare via. Come spiegheremo meglio nei prossimi paragrafi.

Prima di inoltrarci negli argomenti che tratteremo nel prosieguo dell’articolo, ecco a te tre interessanti offerte sui dissuasori ad ultrasuoni.

 

Ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2019 20:17

Dissuasori elettrici a ultrasuoni: maggiore continuità

Per dissuasori elettrici a ultrasuoni si intendono tutti quei dispositivi che riescono ad allontanare gli animali emettendo, ovviamente, dei suoni a noi impercettibili ma fastidiosi per gli “ospiti indesiderati”. Riescono in ciò solo se li colleghiamo ad una fonte elettrica. Di conseguenza sono ideali per topi e insetti che magari infestano la tua abitazione. Insomma, idonei solo per l’uso interno, non esterno.
Quindi, quando si decide di acquistarne uno, bisogna prendere in considerazione la vicinanza di una presa nel luogo prescelto per l’installazione di tale apparecchio. E come detto anche nell’articolo relativo al funzionamento degli ultrasuoni, l’animale deve trovarsi nella stanza in cui viene installato il prodotto, poiché gli ultrasuoni non oltrepassano gli ostacoli.
Prima dell’acquisto di un dissuasore elettrico [qui puoi valutare i prezzi e verificare quali modelli sono disponibili] valutare la copertura massima (cioè quanti mq riescono a coprire gli ultrasuoni).

Ultrasuoni a batteria: occhio ai modelli con pile alcaline

Se il problema dell’infestazione si trova in un luogo della casa in cui non vi è a disposizione una presa elettrica, nessun problema. In questo caso potrai optare per un dissuasore ad ultrasuoni a batteria. Quest’ultimo, infatti, non ha bisogno di essere collegato ad una presa elettrica, funziona proprio grazie alle classiche batterie.
Sono i dispositivi che possono essere installati sia all’interno che all’esterno (solo i modelli resistenti alle intemperie) risultando utili per più specie di animali. Anche se su quest’ultimo punto bisogna specificare che molto dipende dalla regolazione delle frequenze disponibili (non tutte le specie vengono cacciate dalle stesse frequenze, ovviamente).
Il funzionamento rimane invariato, ma bisogna avere l’accortezza di controllare periodicamente se le  batterie sono ancora cariche. Scariche le pile anche il dissuasore ad ultrasuoni smetterà di funzionare perdendo quindi la sua efficacia.
Attenzione però: è possible optare anche per modelli a batteria ricaricabile, così’ si evita l’acquisto periodico delle nuove pile.

Dissuasori ultrasuoni ad energia solare: ideali in giardino

I dissuasori ultrasuoni ad energia solare non vantano la stessa libertà d’installazione che offrono i dispositivi a batteria, visto che vanno posizionati in punti dove vi è una forte illuminazione. Di conseguenza sono i modelli da installare in giardino visto che il funzionamento dipende dai raggi solari. Adattissimi per allontanare le talpe.
E di notte vuol dire che smettono di funzionare?
Assolutamente no, visto che l’energia accumulata gli permette di essere efficaci anche di notte. Per ovviare ad ogni possibile problema di malfunzionamento nelle ore notturne, alcuni dispositivi sono dotati di una batteria interna di sicurezza.