Dissuasori per cinghiali: i metodi per allontanarli e i prezzi

dissuasori per cinghialiDifendere il proprio orto dai cinghiali non è proprio la cosa più facile del mondo. Tali animali sanno essere una vera e propria piaga per il nostro orto ed è per questo che in questa pagina descriveremo i metodi per allontanarli. Infatti, esistono più dissuasori per cinghiali, alcuni più efficaci di altri e altri che invece sono poco raccomandabili. Ma scopriamoli nel corso dell’articolo.
Ricordiamo che non è possibile avvelenarli (si rischia l’arresto) quindi bisogna attuare un metodo che possa dissuaderli senza conseguenze legali per noi e fisiche per l’animale.

Migliori dissuasori per cinghiali

Precisiamo fin da subito che il metodo di sicura efficacia per tenere lontani i cinghiali è la creazione di un’apposita recinzione (anche elettrificata). Non è il metodo più economico ma di certo è il più efficace (come avremo modo di approfondire più avanti). E in basso abbiamo selezionato gli strumenti che ti consentono di realizzare tale recinto. Tra cui puoi optare per un kit completo più l’acquisto separato di pali di dimensioni diverse.

Ed ecco in basso gli accessori che ti saranno utili per la creazione del miglior dissuasore per cinghiali, l’unico che davvero rende impossibile un loro avvicinamento.
 
Ultimo aggiornamento: 18 Novembre 2019 17:34

Come allontanare i cinghiali dall’orto?

Per evitare che un cinghiale possa banchettare sul tuo orto e calpestando qualsiasi cosa (e quindi riducendo drasticamente quanto faticosamente coltivato) ad oggi è possibile utilizzare più dissuasori per scacciarli via. E adesso descriveremo i principali aiutandoti a capire qual è quello più efficace e quello, magari, da evitare.

Recinzione elettrificata per cinghiali: la soluzione definitiva

Come anticipato anche nel paragrafo “Migliori dissuasori per cinghiali” la recinzione rappresenta la soluzione definitiva che di certo non permette l’avvicinamento dei cinghiali all’orto poiché si tratta di un impedimento fisico. C’è una barriera che costringe l’animale a stare dalla parte in cui non fa danni. Tuttavia, le semplici barriere se non costruite come si deve possono essere sopraffatte da tali animali (è necessario che siano ben salde sul terreno se no i cinghiali riuscirebbero a sollevare la rete per poi passare da sotto).

Il problema appena descritto (costruzione non adeguata della barriera) si risolve realizzando una recinzione elettrificata. Così il cinghiale pure se prova a sollevare la rete si fermerà subito perché prenderà la scossa (non uccide l’animale). Per realizzare un recinto elettrificato è necessario acquistare i pali [qui puoi vedere un consiglio d’acquisto], la rete [qui i prezzi] e l’apposito elettrificatore [qui i vari modelli].
Nel caso non si voglia costruire un recinto elettrico, basterebbe acquistare solo i pali per la recinzione (consigliamo quelli con puntale che si conficcano meglio nel terreno) e la rete metallica.

Ultrasuoni per cinghiali: successo non garantito

Cosa sono e come agiscono i dissuasori ad ultrasuoni?
Questi dispositivi riescono a trasmettere delle onde ultrasoniche che infastidiscono l’animale spingendolo ad allontanarsi dal tuo territorio.
Sono in grado di coprire proprio tutto il territorio?
Dipende, in base alla portata massima del dissuasore e alla grandezza del terreno potrebbe servire anche più di un repellente.
Dove va installato?
Consigliamo i dissuasori a ultrasuoni ad energia solare. In questo caso non avrai la necessità di cambiare le pile e il suo funzionamento è garantito 24 ore su 24. Raccomandiamo di installarlo in un punto del terreno dove vi è una forte illuminazione solare.

E il suo costo?
Dipende molto dal modello che deciderai di acquistare, alcun sono più economici di altri [come puoi vedere qui].
Da cosa dipende questa differenza di prezzo?
Da caratteristiche come: la portata, il tipo di alimentazione, la possibilità di cambiare la frequenza di emissione, il sensore PIR e le luci stroboscopiche.
Concentriamoci adesso su questi ultimi due aspetti.
Il sensore PIR in grado di emanare le onde ultrasoniche solo dopo aver rilevato dei movimenti da parte di un corpo caldo. Quindi si attiva solo quando ce n’è davvero bisogno. I secondi invece sono un ulteriore metodo di dissuasione che consente di spaventare e allontanare l’animale grazie all’uso delle luci.

Ma i dissuasori ultrasuoni per cinghiali sono ideali anche per scacciare altri animali?
Assolutamente sì, possono essere usati anche per allontanare caprioli, scacciare via i cervi e anche animali di piccola taglia (ciò per merito del regolatore che permette di cambiare le frequenze).
E sono efficaci?
Come scritto anche nel titolo di questo paragrafo, gli ultrasuoni non garantiscono il successo nell’allontanamento dei cinghiali, questo perché gli animali possono abituarsi al suono e le condizioni esterne possono inficiare il funzionamento del dispositivo.

Repellente naturale per cinghiali: allontanali con gli odori

Esiste un metodo del tutto naturale per scacciare i cinghiali. In questo caso bisogna acquistare un repellente olfattivo [acquistabile qui].
Cos’è e come va usato?
Questi repellenti sono delle miscele liquide o dei granuli che vanno cosparsi a protezione del terreno. Quindi, va usato ai confini del medesimo. L’odore emanato è insopportabile per i cinghiali che così non proverebbero più ad avvicinarsi al tuo orto.
Ma è un repellente duraturo?
La durata di tale trattamento varia in base al prodotto acquistato, di certo però dopo un tot di giorni (come indicato in ogni repellente) va nuovamente applicato. In caso di pioggia bisogna provvedere senza rispettare l’intervallo di tempo.
Ed è efficace?
Anche in questo caso dobbiamo ripetere quanto detto per gli altri due dissuasori per cinghiali descritti poco sopra, non è assicurato il successo.