Dissuasori per tortore: i consigli su come allontanarle una volta per tutte

dissuasori per tortoreCome allontanare da tetti e terrazze le tortore?
Esistono in commercio diversi dissuasori per tortore che sono più o meno efficaci per allontanare una volta per tutte questi volatili dalle nostre proprietà.
Abbiamo scritto volutamente “più o meno efficaci” proprio perché non tutti i repellenti sono davvero validi. E nel nostro articolo vogliamo aiutarti a scegliere i metodi migliori e avvisarti sui metodi che invece sono meno efficaci.

 

Migliori dissuasori per tortore

Nella tabella in basso potrai già visualizzare quelli che noi riteniamo essere i più efficaci dissuasori per tortore. E potrai anche leggere le opinioni di chi li ha già acquistati (per far ciò devi  prima cliccare sui link presenti al di sotto delle immagini così da scoprire pure se il repellente in questione è ancora disponibile o no).

Tra l’altro i migliori dissuasori per tortore (qualora le offerte siano ancora oggi valide) puoi acquistarli ad un prezzo più basso rispetto a quello originario.

 

Ultimo aggiornamento: 17 novembre 2018 14:59

 

Come allontanare le tortore dal balcone o dal tetto?

Entriamo adesso più nel dettaglio e scopriamo i dissuasori principali per allontanare le tortore. Abbiamo anche scritto quali sono i rimedi più efficaci e quali sono, invece, quelli che è meglio evitare poiché non molto convincenti (poi naturalmente l’ultima parola spetta a t).
Quindi, non ci resta che scoprire di seguito i dissuasori per tortore:

Dissuasori ad aghi per tortore: il rimedio definitivo

Le barriere ad aghi impediscono a questi volatili di sostare sui tetti o sulle terrazze. Queste barriere non hanno il compito, ovviamente, di infilzare il volatile ma semplicemente impediscono a quest’ultimo di poggiarsi sul balcone o sul tetto. Non trovando quindi il dovuto appoggio, la tortora non potrà che allontanarsi e cercare un’altra sistemazione.
Di certo i dissuasori meccanici sono un metodo sicuro ed economico [qui puoi consultare i prezzi] ma dal punto di vista estetico è il meno gradito. Se installare sul tetto questi dissuasori è piuttosto innocuo per la semplice regola “occhio non vede, cuore non duole”. Discorso diverso è se installiamo questi dissuasori sul terrazzo. Sarebbero visibili e sarebbero il classico pugno nell’occhio all’estetica della casa. Però questo è il metodo più efficace tra tutti.

Dissuasori ad ultrasuoni per tortore: non molto efficace per i volatili

In commercio esistono diverse soluzioni ed una delle meno invasive è di certo il dissuasore a ultrasuoni.
Di cosa si tratta?
Ci riferiamo ad un dispositivo in grado di emettere dei suoni ad alte frequenze che infastidiscono gli uccelli. Tramite questi ultrasuoni gli uccelli (in questo caso le tortore) si allontanerebbero dalla zona che hanno assediato.
Ma questi dissuasori sono efficaci? 
Il più delle volte no, ecco perché noi ne sconsigliamo l’acquisto. Non sono i repellenti per uccelli ideali (sono più adatti per altri animali).

Dissuasore visivo per tortore: meno garanzia di efficacia ma più economico

Come abbiamo letto, i dissuasori ad ultrasuoni per uccelli non rappresentano il metodo migliore per allontanare via le tortore, invece il metolo più efficace è di certo rappresentato dagli spuntoni in acciaio o in plastica. Tuttavia i secondi non piacciono molto perché esteticamente non sono un bel vedere mentre i primi almeno esteticamente non rappresentano un “problema”, ma c’è la più classica delle vie di mezzo: il dissuasore visivo per tortore.
Anche le tortore temono dei predatori e siccome in città non è di certo possibile trovare un falco, un’aquila o un gufo che girano indisturbati, è necessario procurarseli finti. E lo spaventapasseri con le sembianze di tali predatori è la scelta da compiere per chi non ha intenzione di installare i dissuasori meccanici.
Non possiamo dire che tali repellenti siano efficaci al 100%, ma usandoli a dovere risultano molto efficaci.
In che senso: usandoli a dovere?
Dovrai cambiare periodicamente posizione al tuo gufo o falco spaventapasseri per impedire che la tortora capisca che non è un vero predatore (purtroppo gli uccelli stanno diventando sempre più intelligenti). Ancora meglio se opti per gli spaventapasseri rotabili o i modelli dove il predatore è rappresentato in volo (così lo puoi appendere e verrà mosso dal vento).
Dal punto di vista estetico questa è la scelta migliore e non  è esosa [vedi qui i prezzi].

Un altro rimedio piuttosto efficace è il pallone dissuasore con occhio da predatore. All’apparenza diciamo che è un normalissimo pallone, solo che vanta dei color brillanti (per infastidire l’animale) e più di un occhio che riflette la luce (spaventa così le tortore). I palloni non sono eccessivamente grandi così possono essere posizionati anche su balconi e finestre.
E quanto costano?
Poco, come puoi vedere qui.
Un altro rimedio simile ai palloni dissuasori è il nastro repellente. Anche in tal caso il fastidio maggiore per le tortore è dovuto al riflesso della luce che le spaventa (se appesi, il vento fa dondolare i nastri così che possano fare pure rumore). Anche stavolta il prezzo di questi repellenti visivi è davvero alla portata, come puoi vedere qui.

Repellente naturale per tortore: meglio i gel degli spray

Tra i repellenti naturali si può optare per gli spray che allontanano le tortore grazie all’odore [tra l’altro sono dissuasori davvero economici, come puoi constatare qui, ma purtroppo non sono efficaci al 100%] oppure per i gel. Quest’ultimi svolgono una doppia azione dissuasiva: non solo odori, ma applicando il gel sulla superficie in cui stazionano le tortore, farai in modo che i volatili vengano dissuasi dall’appoggiarsi su quella superficie. Naturalmente consigliamo di optare solo per i gel naturali che non procurano danni né all’animale né all’ambiente [scoprili qui].
Opta solo per prodotti non chimici e, naturalmente, lascia stare il veleno. Prendere in considerazione l’idea di avvelenare questi animali in modo da sbarazzarsene non solo è del tutto illegale, ma non è proprio detto che il problema si possa risolvere definitivamente. Uccidere un gruppo di tortore non assicura che successivamente non arrivi un altro gruppo. A quel punto si sarebbe costretti ad usare nuovamente il veleno e a compiere l’ennesimo atto illegale, oltre che crudele.