Dissuasori per passeri: scacciali via con i metodi più efficaci

dissuasori per passeriI passeri sono tra gli uccelli più carini. Piccoli e indifesi fanno rinascere in noi anche una certa tenerezza. Tutto questo però fin quando non invadono la nostra proprietà. In questo caso averli sul balcone o sul tetto ci potrebbe trasformare in dei “predatori” e farci pensare a dei metodi del tutto illegali pur di allontanarli. Lo diciamo subito: pensare di scacciare via i passeri semplicemente uccidendoli con il veleno è un atto non legale. Esistono dei metodi assolutamente più congrui e meno dannosi, ci riferiamo ai dissuasori per passeri.

 

Migliori dissuasori per passeri

Utilizzare i dissuasori per passeri ci permette di allontanarli senza dover far loro del male.
Ma quali dissuasori utilizzare?
Tra i diversi repellenti che si possono utilizzare (vedremo le tipologie nel prossimo paragrafo) ne abbiamo scelti tre che giudichiamo davvero efficaci.

Di seguito mostriamo le offerte per acquistare ad un prezzo più basso i seguenti dissuasori ad ultrasuoni per passeri.

 

Ultimo aggiornamento: 17 novembre 2018 13:07

 

Come allontanare i passeri?

I passeri, come tanti uccelli, producono degli escrementi che sono nocivi e possono quindi portare a dei problemi di igiene. E tutto questo, soprattutto quando si ha in casa un bambino piccolo, non deve assolutamente accadere. Oltre al problema degli escrementi, i passeri possono anche costruire il proprio nido sfruttando magari il materiale di isolamento e questo significa che si potrebbe avere una sveglia mattiniera non richiesta. Questi uccelli se non invadono la nostra abitazione, sanno comunque essere dannosi in giardino. Insomma, vanno allontanati pure se sono tanto “carucci”.
Risulta quindi essenziale allontanarli e puoi farlo con questi metodi (descriveremo tutti i repellenti e ti indicheremo quali sono i migliori in base alle necessità).

Dissuasori a ultrasuoni per passeri

I dissuasori a ultrasuoni per passeri non sono dannosi e scacciano tali volatili senza far loro del male (usare la frequenza corretta per non infastidire gli altri animali domestici). Tuttavia questo metodo non lo riteniamo essere tra i più convincenti, anzi tutt’altro. Il nostro consiglio è, infatti, quello di non optare per tale repellente se non come ultima possibilità.

Spaventapasseri: il vecchio che si modernizza

Oltre ai dissuasori ultrasuoni per passeri esistono dei metodi alternativi per impedire a questi uccelli di scambiare l’orto come banchetto per il pranzo e di scambiare il davanzale come il proprio bagno. Ci riferiamo agli spaventapasseri e, lo diciamo subito, sono questi i repellenti per passeri tra i più efficaci.
In passato piazzare questa rappresentazione piuttosto ortodossa dell’uomo spaventava i volatili. Soluzione ancora oggi valida anche se lo spaventapasseri adesso ha assunto nuove sembianze. Infatti, è possibile acquistare online le sagome di predatori come falchi, gufi e corvi. Ricorda però: i passeri non sono stupidi, è bene acquistare degli spaventapasseri che magari si muovono con il vento o, magari spaventapasseri che possono essere appesi simulando il volo del predatore. Un’altra soluzione efficace è quella di cambiare posizione allo scaccia-passeri, così da far capire agli uccelli che il predatore si muove nella zona e che essi, quindi, non devono avvicinarsi.
Questi innovativi scacciapasseri sono pure belli da guardare e ti invitiamo a scoprili qui.

Oltre alle sagome dei predatori è possible optare per gli spaventapasseri riflettenti. Si tratta di figure che si appendono ad un albero, ad esempio, e impauriscono gli uccelli perché riflettono la luce e, spostandosi per via del vento, provocano un rumore che li fa scappare.
Questi repellenti hanno la forma di dischi, nastri, animali e palloni (in quest’ultimo caso tali modelli simulano l’occhio di un predatore).
Sono i metodi che consigliamo di provare per primi in quanto il più delle volte efficaci (basta adoperarli nel migliore dei modi coprendo in modo opportuno la zona ove risiedono i passeri) e anche perché sono repellenti economici [scopri qui i prezzi]. Anche in caso di insuccesso (che comunque è possibile) perlomeno non si è fatto fronte ad una spesa eccessiva (come potrebbe accadere acquistando altri dissuasori per uccelli).

Dissuasori ad aghi per passeri: la soluzione migliore per tetti e davanzali

Per impedire, invece, ai passeri di soggiornare sul davanzale o sul tetto una soluzione artificiale efficace è l’utilizzo di barriere a spillo. Questi strumenti essendo per l’appunto dotati di spilli, non permettono all’uccello di appoggiarsi. Il loro costo è già più elevato rispetto agli spaventapasseri [prezzi che puoi vedere qui], tuttavia sono la soluzione migliore per tetti e davanzali (sono pure la soluzione estetica meno gradita).

Repellente per passeri acustico: ideale per gli agricoltori

A differenza degli ultrasuoni, il repellente acustico si sente, eccome. Infatti, utilizzarlo in un condominio potrebbe essere controproducente perché allontanerebbe gli uccelli ma avvicinerebbe i vicini furiosi perché non ne possono più del tuo dissuasore per passeri. Di conseguenza tale repellente va utilizzato (in caso di uso condominiale) o ad un volume più basso o comunque ad un orario consono.
Ma sono efficaci i dissuasori per passeri acustici?
Sì, ma bisogna optare per i modelli professionali per avere la garanzia di successo. I modelli più “amatoriali” sono meno efficaci.
Naturalmente i dissuasori professionali costano di più [come puoi vedere qui]. Ne raccomandiamo l’acquisto soprattutto agli agricoltori che devono necessariamente proteggere il raccolto.

 

Scaccia passeri: consigli finali

A livello “domestico”, ovvero per chi presenta un problema di passeri riguardante il proprio giardino consigliamo di provare uno tra i vari spaventapasseri citati in precedenza.
Si può iniziare magari con i modelli a forma di gufo che riflettono la luce (sono davvero economici). Tale rimedio dovrebbe dare i suoi frutti, se così non fosse non bisogna buttare i dissuasori ma, semmai, optare per un altro rimedio dissuasivo dal basso costo (come magari la figura dello spaventapasseri che tra l’altro diventerebbe pure un oggetto da ornamento).
Con questo esempio vogliamo, in sintesi, dirti di provare a combinare più dissuasori per passeri qualora un unico rimedio non riesca ad allontanarli. Basa la tua scelta e scegli il repellente adatto in base ai mq da coprire e a come verrebbero coperti.
Agli agricoltori consigliamo di combinare i repellenti acustici (no gli ultrasuoni) con gli spaventapasseri “classici”.