Dissuasori per cornacchie: rimedi e prezzi

Dissuasori per cornacchieIn passato le cornacchie non sembravano interessate all’ambiente urbano, ma col tempo si è sempre più assistito ad un’invasione di questi uccelli. Si nutrono di tutto ciò che è commestibile e questo ne ha quindi favorito l’avvicinamento anche nei centri urbani. Avvicinamento favorito dalle discariche a cielo aperto e dalla spazzatura che, non essendo raccolta giornalmente, rappresenta un gustoso piatto per questi uccelli. Animali che sono molto dannosi per le coltivazioni, ragion per cui per molti agricoltori rappresentano una vera e propria piaga. Per allontanarli non è necessario utilizzare delle misure drastiche, ma basta optare per i dissuasori per cornacchie più adeguati in base alla situazione in cui ci si trova.

 

I migliori dissuasori per cornacchie

Considerando che il maggior danno le cornacchie lo fanno con i nostri orti, è necessario utilizzare dei sistemi che non permettono il loro avvicinamento alle coltivazioni. Per questo i tre migliori dissuasori per cornacchie scelti da noi sono tutti dei repellenti visivi (approfondiremo in seguito questo argomento).

Di seguito ecco i  migliori dissuasori per cornacchie. Efficaci per allontanare questi sgraditi uccelli dai nostri orti.

 

Ultimo aggiornamento: 16 novembre 2018 23:43

 

Come allontanare le cornacchie?

Utilizzando i dissuasori per cornacchie sarà possibile sbarazzarsi di questi uccelli in un modo del tutto legale, senza dover quindi pensare ad un metodo non consono (l’avvelenamento non rientra tra i rimedi leciti per cacciare via questi animali).
Ma di quali dissuasori possiamo davvero fidarci? Quali sono quelli davvero efficaci? Scopriamolo.

Dissuasori visivi per cornacchie: questi i metodi più efficaci

Il classico dissuasore visivo per cornacchie utilizzato fin dagli inizi è lo spaventapasseri, quello che tutti noi conosciamo e che quasi sicuramente i nostri nonni utilizzavano.
Se il classico essere umano di paglia non riesce a spaventare le cornacchie, allora si può optare per un moderno spaventapasseri che prende le sembianze di un predatore, come ad esempio il gufo. Quest’ultimi repellenti artificiali sono molto realistici e alcuni modelli sono in grado anche di far girare la testa del gufo artificiale per renderlo ancora più veritiero. Qualora fossi interessato all’acquisto di un gufo spaventapasseri ti invitiamo a visitare questa pagina, dove potrai scoprire tutti i modelli a disposizione.

Non solo gli spaventapasseri predatori, stanno trovando sempre più consensi i palloni gonfiabili che grazie al loro design vantano più di un occhio che fa temere agli uccelli che vi sia un predatore. Questo repellente lo consigliamo ancor più dei classici dissuasori visivi anche perché il prezzo non è affatto eccessivo [scoprilo qui].
Tra i repellenti visivi citiamo pure i nastri riflettenti che basano il loro funzionamento sul riflesso solare e sul rumore provocato quando sono spostati dal vento. Anche in questo caso il prezzo di tali dissuasori per cornacchie non è affatto eccessivo [scopri qui il costo].
I nastri, così come i palloncini dissuasori, possono  essere appesi oltre che sugli alberi  anche sulle recinzioni, sui terrazzi o sulla parete di casa. Inoltre, i nastri possono essere installati anche formando una sorta di rete di protezione riflettente.

Dissuasori ad ultrasuoni per cornacchie

Questi dissuasori per uccelli grazie alle emissioni di determinate frequenze ultrasoniche sono in grado di disturbare le cornacchie, infastidendole a tal punto da farle allontanare. Quindi con un metodo assolutamente non dannoso né per l’animale né per altri esseri viventi (basta utilizzare le frequenze per gli uccelli che vanno da 24,5 khz a 45,5 khz). In base alle frequenza selezionata cambia la specie di animale da infastidire.
Quale dissuasore ad ultrasuoni scegliere?
In commercio i dissuasori si distinguono principalmente in tre categorie: a batteria, elettrici e ad energia solare.
I modelli a batteria possono essere utilizzati ovunque, ma hanno un’autonomia inferiore sia rispetto ai dissuasori elettrici e sia rispetto ai dissuasori ad energia solare. A loro volta però i repellenti ad ultrasuoni elettrici necessitano della costante alimentazione elettrica, in caso contrario non sarebbero in grado di svolgere il loro compito. A differenza invece dei dissuasori ad energia solare che funzionano tramite la luce del sole e possono quindi essere installati direttamente sul terreno dove è presente la coltivazione.
Ma gli ultrasuoni sono efficaci con le cornacchie?
La loro efficacia non è garantita al 100% e possiamo affermare che, per quanto riguarda gli uccelli, gli ultrasuoni sono tra i metodi meno efficaci.

 

Dissuasore per cornacchie: i consigli finali

Il nostro consiglio è quello di optare per i dissuasori visivi come primo metodo, magari combinando l’azione dei palloni repellenti con occhio da predatore con i nastri rinfrangenti (questi i migliori due rimedi contro le cornacchie). Tuttavia questa “combinazione” non è necessaria fin da subito. Se opti per i palloni dissuasori poi prima verificare come reagiscono le cornacchie, se queste non saranno più un fastidio non sarà più il caso di comprare altri repellenti. In caso contrario combina l’azione dei palloni con i nastri.
Sconsigliamo di utilizzare solo il classico spaventapasseri, in tal caso suggeriamo di optare fin da subito per la combinazione “spaventapasseri-nastri”.
Se invece si vuole optare per i dissuasori ad ultrasuoni suggeriamo di combinare il loro utilizzo con almeno uno dei metodi dissuasivi visivi che abbiamo citato in precedenza.